magis40 - df serramenti - infissi legno alluminio-padova

Magis 40: una nuova finestra sul mondo

magis40: una nuova finestra sul mondo

magis40 è il nuovo sistema minimale in legno-alluminio realizzato con l’esclusiva tecnologia uni_one di Uniform. Tutto in soli 4cm.

magis40, il profilo minimale in legno firmato Uniform diventa il protagonista di un video molto creativo ed emozionante, immaginato e creato dall’art director dell’azienda, l’architetto Giorgio Massimiliano Marchesi.

magis40

Uniform, che ribadisce fortemente la sua natura di sistemista, già da diverso tempo ha messo in atto delle strategie di comunicazione a servizio del proprio cliente serramentista con l’intento di supportarlo nell’ampliamento della propria fascia di potenziali clienti.
Questo video rappresenta l’apice del concetto che più volte nell’ultimo periodo Uniform ha sostenuto e cioè che il serramento non può essere più considerato come un prodotto edile ma come elemento d’arredo e per questo investito anche di tutta quella carica emozionale che generalmente contraddistingue il mondo del mobile.
Ovviamente e rigorosamente senza tralasciare alcun aspetto tecnico e prestazionale ma performance e tecnologia di magis40 sono assicurate. La parte in legno dell’anta ha una sezione a vista di soli 40 mm e la ferramenta a scomparsa è completamente invisibile. Il modello open-in magis40 si completa con una soluzione alzante scorrevole chiamata HS-magis40 e un modello open-out, il format38. Lavorazioni di alta qualità abbinate a tecnologie evolute permettono di ottenere risultati eccellenti in tutte le soluzioni.
Tra elemento fisso e apribile vi è una perfetta equivalenza estetica sia nella vista interna sia in quella esterna, grazie all’esclusivo sistema di bloccaggio a scomparsa degli elementi fissi, brevettato da Uniform, cosi come è brevettata l’assenza di battute fisiche tra anta e telaio.
Il minimalismo di magis40 diventa assoluto grazie alla posa filo muro che nasconde completamente il telaio in legno.

Guarda il video:

Fonte: Guida Finestra, O. Munini, 23 dicembre 2020